Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Iraq, caos a Baghdad nonostante il coprifuoco: spari e colpi di mortaio nella Zona verde – I video

Le forze speciali irachene, dispiegate nell’area, non riescono a sedare gli scontri. Il bilancio provvisorio è di 12 morti e decine di feriti

Si aggrava di ora in ora la situazione a Baghdad nonostante il coprifuoco imposto dall’esercito. Secondo quanto riferisce al Arabiya, milizie rivali hanno utilizzato lanciarazzi e fucili automatici nella Zona verde della capitale irachena, che ospita i palazzi governativi, le sedi delle ambasciate e gli uffici dell’Onu e di organizzazioni internazionali. Colpi di mortaio sarebbero caduti su alcuni edifici nell’area, trasformatasi in un campo di battaglia. Secondo le fonti, gli scontri vedono fronteggiarsi le “Brigate della Pace” (Saraya as Salam) dei seguaci del leader sciita Moqtada al Sadr e, dall’altra, i miliziani sciiti filo-iraniani dei partiti armati sostenuti dall’ex premier Nuri al Maliki. Il bilancio provvisorio è di 12 morti e decine di feriti. Le forze speciali irachene, dispiegate nella zona, non riescono a sedare gli scontri, scoppiati quando i sadristi si sono mobilitati in massa dopo che il loro leader ha annunciato il ritiro dalla vita politica. Di fronte a uno stallo politico che si protrae da mesi, sabato scorso Al Sadr, vincitore delle ultime elezioni, aveva invitato tutti i leader a ritirarsi da ogni carica politica.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: