Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sondaggi, il Pd senza i voti dei lavoratori. M5s in crescita al Sud ma il 17% di chi lo sceglieva ora preferisce Meloni

Fdi si prende la metà degli elettori della Lega. Ma i giovani non votano Giorgia

A pochi giorni dallo stop elettorale i sondaggi sulle elezioni del 25 settembre continuano a mostrare una situazione in cui il centrodestra è largamente in testa. Mentre il centrosinistra arranca e il Terzo Polo non sfonda. Il Movimento 5 Stelle invece continua a crescere. Soprattutto al Sud, dove è attualmente primo partito secondo il campione di Ixé. Una rilevazione di Cluster17 per Il Fatto Quotidiano dice che la distanza tra i due poli principali è enorme: 44,8% contro 27,4%. Mentre la forbice tra Fratelli d’Italia e Partito Democratico si allarga: 24,4% contro 20,8%. Il M5s arriva al 14,4% e distacca la Lega (11,3%). Mentre in questa rilevazione Forza Italia (8,4%) è ancora sopra il Terzo Polo (6,8%). Sopra alla soglia di sbarramento l’alleanza Verdi-Sinistra (3,6%) e Italexit di Gianluigi Paragone (3,3%). Sotto gli altri: compresi Unione Popolare (1,2%), +Europa (2,4%) e Luigi Di Maio con Impegno civico (0,6%).


Secondo i flussi di voti Fdi si prende la metà di chi ha votato Lega negli anni precedenti e il 38% degli elettori di Fi. Ma anche il 17% degli ex elettori grillini. Il partito di Conte confermerà solo il 46% di chi lo ha votato negli anni precedenti. Per quanto riguarda il voto e le fasce d’età, tra i 18 e i 24 anni il primo partito è il Pd, seguito dal M5s. Poi ci sono Sinistra Italiana – Verdi e Azione. Tra i 25-34enni il M5s ha la leadership ma Fdi arriva subito dopo e supera i Dem. Quello di Meloni è il partito dominante nella fascia d’età tra i 35 e i 64 anni e porta a casa il 31% dei voti degli ultracinquantenni. Più in generale, il centrosinistra mostra una debolezza chiarissima tra gli elettori in età di lavoro: «È all’interno di queste fasce d’età – sottolinea il report – che oggi si fa la differenza tra il centrodestra e il centrosinistra». In compenso va forte con i pensionati: il Pd torna primo partito tra chi ha più di 65 anni (31% contro il 26 di FdI).


Continua a leggere su Open

Leggi anche: