Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO CremlinoFotoKharkivMoscaRussiaUcraina

Avanzata ucraina, la cartina del Cremlino sul ritiro da Kharkiv: cosa resta in mano russa per Mosca – La foto

La Difesa di Vladimir Putin ha fornito una cartina aggiornata dell’attuale assetto di guerra confermando le notevoli perdite annunciate, nelle ultime ore, dallo stesso presidente ucraino

Dopo la notizia della grande controffensiva di Kiev contro le forze russe, confermata dallo stesso presidente ucraino Zelensky e, tra i Paesi esteri, anche dall’intelligence britannica, è la stessa Russia a dare conto dell’attuale assetto di guerra sul territorio invaso. Il ministero della Difesa di Mosca ha diffuso una cartina della regione orientale ucraina di Kharkiv che mostra l’ampiezza del ritiro delle sue truppe. Ritiro che era stato già confermato poche ore fa da Kiev, sottolineando la riconquista da parte delle forze ucraine di 2.000 km di terra. Secondo la mappa diffusa dalla Difesa russa, le forze di Mosca controllano ormai solo una piccola porzione di territorio a est del fiume Oskil. La mappa aggiornata conferma così notevoli perdite da parte dell’esercito russo rispetto a quelle mostrata il 10 settembre sempre dalla Difesa di Vladimir Putin. Nelle ultime ore il Cremlino aveva descritto il ritiro delle forze russe da Izjum e da altri cruciali insediamenti dell’area come una semplice «riorganizzazione per puntare alla conquista di tutto il Donbass». Una lettura che Kiev ha più volte smentito parlando di una riconquista definitiva dei territori da parte dell’esercito e di una controffensiva che può ancora far vincere la guerra agli ucraini.


TELEGRAM / Ministero della Difesa russo | La mappa diffusa dai comando generale dell’esercito di Mosca sulla situazione dei territori occupati nel Donbass

Continua a leggere su Open


Leggi anche: