Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Draghi gela chi spera nel suo bis: «Non sono disponibile. Siamo qui per fare, non per stare» – Il video

Ancora una volta il premier chiude a ogni ipotesi di restare a palazzo Chigi

A chi come Carlo Calenda e Matteo Renzi invocano Mario Draghi come prossimo possibile premier, è lo stesso capo del governo a ribadire la sua posizione con una risposta secca: «No». Così Draghi ha risposto in conferenza stampa oggi 16 settembre a una domanda su un suo possibile secondo mandato. La prospettiva di rimanere al suo posto non piace al presidente del Consiglio, che dopo la crisi di governo ha chiuso ogni ipotesi sollecitata soprattutto dal Terzo polo: «Questo governo è stato creato per fare, e non per stare», ricordando di aver già detto la stessa cosa «nel primo discorso in Parlamento».


I commenti dai partiti

«Ora è ancora più chiaro: la proposta di Calenda e Renzi non esiste. Se non nel loro suggestivo mondo immaginario». Fonti dal Nazareno fanno trapelare questa reazione alle parole di Draghi, con il centrosinistra ormai lontano da Azione-Italia Viva. Anche da Forza Italia arrivano commenti a caldo sulla conferenza stampa del presidente del Consiglio, in particolare sulle parole «nette e chiare» che «mettono una pietra tombale sul cartello elettorale di Calenda». Il senatore Maurizio Gasparri fa notare come questa «è la seconda volta che Draghi smentisce i tentativi di strumentalizzazione dell’ex collaboratore di Montezemolo: prima ha negato l’esistenza di ogni ‘agenda Draghi’, oggi si tira fuori da ogni partita successiva alle elezioni». Poi conclude con un attacco diretto al leader di Azione: «Ancora una volta quello per Calenda si dimostra il voto inutile. Questa volta si sgonfierà sul serio».


Fonte video copertina: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Continua a leggere su Open

Leggi anche: