Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Questa foto non ritrae Zelensky durante un Gay Pride a New York: è un fotomontaggio

Il volto del leader di Kiev è stato photoshoppato su una foto risalente al 2006

Con argomentazioni che denunciano una latente omofobia, più volte i teorici del complotto hanno attaccato la presunta promiscuità del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. L’ultima notizia, che ha suscitato scalpore nelle ultime ore, si basa sulla sua partecipazione a un gay pride di qualche hanno fa, che lo vede indossare costumi leggermente eterodossi.

Per chi ha fretta:

  • Molti utenti hanno condiviso una foto che ritrae due manifestanti nel corso di un Gay Pride
  • Uno dei due uomini raffigurati sembra essere il presidente ucraino Volodymyr Zelensky
  • Risalendo alla foto originale scopriamo tuttavia che il volto del leader di Kiev è stato photoshoppato sul corpo di un manifestante che ha preso parte all’evento nel 2006, a New York

Analisi

«New York, 1999. Riconoscete quel tipo a destra? Da mesi ci chiede armi e soldi». Questo il testo che accompagna la foto di quelli che sembrano due manifestanti a una parata pro-Lgbtq+. Il primo, sulla sinistra, indossa un trikini camouflage, con un caschetto e un paio di occhiali a completare la rivisitazione osè della tradizionale divisa militare. Al suo fianco, un uomo indossa un paio di slip che ripropongono lo stile, indossa un ombretto verde in pendant, dei gioielli argentati e una parrucca. Il suo volto è quello del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Lo screenshot è diventato immediatamente virale.

I commenti, come prevedibile, si sono scatenati. «Proprio lui che e’ pronto alla terza guerra mondiale con i nostri soldi… e rifiutando le trattative di pace ci arriva mentre noi verremo presi di mira perché suoi alleati… Grazie Draghi per la cacca in cui ci hai messo per far felice questo compagno di merende» scrive ad esempio quest’utente. «L’Italia sta finanziando una guerra “guidata” dal “riccioluto” a dx… Ha dato sanzioni alla Russia per le quali il popolo italiano piangerà lacrime e sangue per decenni… Che Dio ci aiuti», fa eco quest’altra. La foto, tuttavia, non risale al 1999, e quello raffigurato non è davvero il leader ucraino.

La vera storia della foto

L’immagine infatti è stata scattata davvero a New York, nell’area di Union Square, ma nel corso del Gay Pride il 25 giugno 2006. Il suo autore è il fotografo Thomas Hobbs, che ha raccolto il lavoro di quel giorno nell’album di Flickr chiamato, appunto, Gay Pride 2006. Nella raccolta delle foto, scorrendo un po’ risaliamo anche all’uomo originariamente fotografato.

Nelle altre foto inserite nella raccolta lo ritroviamo in diverse posizioni e scenari, a confermare il fatto che fosse proprio lui ad aver partecipato all’evento, e non il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Conclusioni

Una foto è diventata virale perché secondo alcuni utenti mostra un inedito Volodymyr Zelensky, truccato e acconciato per partecipare al «Gay Pride del 1999 a New York». In realtà la parata raffigurata risale al 2006, e il volto del presidente ucraino è stato photoshoppato sul corpo di un manifestante.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: