Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, nuovo balzo dell’indice Rt con la crescita dei contagi: 7 regioni a rischio alto – Il monitoraggio Iss

Incrementa anche l’incidenza. 14 regioni a rischio moderato

L’indice di contagio in grande crescita. L’incidenza dei casi in aumento. E sette regioni a rischio alto. Questi sono i dati del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute sulla pandemia di Coronavirus in Italia. L’incidenza settimanale a livello nazionale sale infatti a 441 ogni 100 mila abitanti contro i 325 ogni 100mila abitanti della scorsa settimana. Netto aumento anche dell’indice di trasmissibilità: nel periodo 14-27 settembre, l’Rt è stato pari a 1,18 (range 0,981,52), in aumento rispetto alla settimana precedente (quando è stato pari a 1) e superiore al valore della soglia epidemica.


Le regioni e l’incidenza

Anche l’Rt basato sui casi con ricovero ospedaliero è in aumento, pari a 1,28. Il tasso di occupazione in terapia intensiva dei malati di Covid sale all’1,8% rispetto all’1,4% del 29 settembre. Anche il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale all’8,2% (il dato è del 6 ottobre) rispetto al 6% del 22 settembre. In base a questi risultati il monitoraggio classifica sei regioni o province autonome a rischio alto per la presenza di molteplici allerte di resilienza. Una regione è non valutabile, e lo status è equiparabile al rischio alto. Le restanti 14 sono a rischio moderato. Tutte le regioni riportano almeno una allerta di resilienza. Sette regioni riportano molteplici allerte di resilienza. Intanto sale anche il numero delle Regioni e Province autonome che registrano un’incidenza di casi di Covid-19 superiore a 600 ogni 100mila abitanti. Questa settimana superano tale valore 7 Regioni e Province autonome: Abruzzo (603,8), Friuli Venezia Giulia (710), PA Bolzano (863,8), PA Trento (825,2), Piemonte (654,7), Umbria (680,6), Veneto (728,9). La scorsa settimana superavano tale valore solo le province di Bolzano e Trento. Sei Regioni e Province autonome – rispetto, alle 5 della scorsa settimana, sono classificate questa settimana a rischio alto per la presenza di molteplici allerte di resilienza. Si tratta di Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Marche, Puglia e Veneto. La Toscana, invece, «non valutabile», uno status equiparabile a rischio alto.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: