Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Meloni è presidente del Consiglio, Salvini e Tajani vicepremier: ecco la lista dei ministri – Il video

Alle ore 10 di domani, 22 ottobre, ci sarà il giuramento del nuovo esecutivo

Dopo l’ultimo giro di consultazioni di questa mattina, 21 ottobre, in cui il centrodestra ha «indicato all’unanimità» il nome di Giorgia Meloni come presidente del Consiglio, il Quirinale ha convocato la leader di Fratelli d’Italia alle 16.30. Partita da via della missione 8, Palazzo Montecitorio, è arrivata al Colle con qualche minuto di anticipo. La presidente del Consiglio in pectore è scesa dall’auto direttamente nel Cortile d’onore del Palazzo del Quirinale. Nello Studio del Presidente alla Vetrata, c’è stato il colloquio con il capo dello Stato, Sergio Mattarella, al termine del quale il Segretario generale della presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, ha comunicato che la leader di Fratelli d’Italia ha accettato l’incarico di formare il governo. A seguire, la neo presidente del Consiglio incaricata ha elencato la lista dei ministri che saranno nominati da Mattarella.


Senza portafoglio

Con portafoglio

Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con funzioni di segretario del Consiglio dei ministri

  • Alfredo Mantovano

Il lungo colloquio e l’annuncio di Zampetti

L’incontro tra Mattarella e l’esponente di Fratelli d’Italia è stato decisamente più lungo di quello che ha coinvolto il centrodestra questa mattina – 21 ottobre -, quando la coalizione ha «indicato all’unanimità» il nome di Meloni come presidente del Consiglio da designare. La durata del colloquio ha fatto subito intendere che Meloni, già dalla seconda salita al Colle, ha voluto discutere con il presidente della Repubblica la lista dei ministri. Zampetti, alle ore 17.47 – dopo un’ora e un quarto circa dall’ingresso di Meloni nel Palazzo del Quirinale -, ha comunicato che l’incarico di formare il governo è stato accettato senza riserva. Il governo giurerà domani, sabato 22 ottobre, alle ore 10.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: