Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Risse sugli spalti a Fiorentina-Inter, Daspo di 3 anni a un tifoso viola: in corso altre identificazioni

La Digos starebbe indagando su un altro episodio di violenza avvenuto nel corso della partita, ripreso e diventato virale online

Nel corso della partita Fiorentina-Inter di sabato scorso, un 56enne avrebbe aggredito un tifoso della squadra avversaria, reagendo poi anche nei confronti degli agenti intervenuti. L’uomo identificato stamattina, 24 ottobre, dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale. Per lui è inoltre scattato un daspo della durata di tre anni. La vicenda, secondo la ricostruzione della questura, «avrebbe avuto luogo nel settore di Maratona» dello stadio Artemio Franchi di Firenze. Lì «alcuni tifosi interisti, in occasione di un gol della loro squadra, sarebbero andati ad esultare avvicinandosi al campo in direzione del settore ospiti». Gli animi erano già caldi per alcune decisioni arbitrarie contestate dai viola, il gol vittoria dell’Inter all’ultimo secondo utile ha fatto il resto. Il 56enne, tifoso viola, «si sarebbe immediatamente precipitato su uno dei supporter neroazzurri che stava rientrando al proprio posto». Dopo l’intervento della polizia, l’aggressore ha provato ad allontanarsi, ma è stato raggiunto e bloccato nei pressi dei cancelli d’ingresso dello stadio. «Una partita di calcio non può essere il pretesto per scaricare le tensioni proprie all’interno dell’impianto sportivo», ha dichiarato il questore di Firenze Maurizio Auriemma.


I video virali

Non sarebbe l’unico episodio di violenza avvenuto nel corso della partita. La Digos, fa sapere la nota della questura, starebbe infatti indagando su un altro episodio, ripreso in parte in alcuni video diventati virali online. La questura ritiene che sia «verosimilmente» riferito «ad un’altra analoga vicenda avvenuta sempre nel settore Maratona». I suoi protagonisti devono ancora essere identificati. I video mostravano il supporter nerazzurro mentre veniva spintonato e strattonato. Alcuni tifosi toscani hanno circondato e preso di mira un ragazzo che indossava la maglietta dell’Inter con il 32 sulle spalle. «Buttalo di sotto Di Marco, buttalo di sotto», si sente in sottofondo nel video. Il sindaco Dario Nardella è intervenuto sull’incidente: «La violenza va sempre condannata, dentro e fuori gli stadi non ha colore politico o sportivo. Quando ci sono casi di violenza a Firenze nello stadio, vanno condannati senza se e senza ma, ricordando che la violenza negli stadi è un fatto diffuso».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: