Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Questo video non mostra un bombardiere Usa che atterra in Polonia con armi nucleari

La clip è stata diffusa nell’ambito delle crescenti tensioni tra Russia e Ucraina, dopo alcune dichiarazioni rilasciate dal leader Usa Joe Biden

Circola un video clip che secondo gli utenti mostrerebbe un bombardiere statunitense che atterra in Polonia «per la prima volta nella storia». Viene affermato inoltre che l’aereo sarebbe in grado di trasportare un grande carico utile di armi nucleari. Ma la data di pubblicazione del video racconta una storia diversa.

Per chi ha fretta:

  • Un video che riprende l’atterraggio di un aereo è stato condiviso dagli utenti scrivendo che mostrerebbe un bombardiere stealth statunitense che atterra in Polonia nell’ottobre 2022
  • Gli utenti scrivono inoltre che trasporterebbe armi nucleari (o alludono alla sua capacità di trasportarle)
  • In realtà, il video è stato girato nel marzo 2020 dalla base aerea della RAF di Fairford nel Regno Unito: non c’è dunque connessione con la guerra attualmente in corso in Ucraina

Analisi

«In Polonia è atterrato il B-2, bombardiere americano con testate nucleari… Sarà arrivato per farsi una scampagnata!», si legge in questo post. «Il bombardiere strategico americano B-2 arriva in Polonia per la prima volta nella storia… Può trasportare 16 missili con testate nucleari…», fa eco quest’altro utente. I messaggi vengono accompagnati da una clip di 41 secondi dove viene ripreso un velivolo in volo, e il suo atterraggio.

Lo stesso video è stato condiviso anche su Twitter. Qui per esempio un utente russo afferma: «Un bombardiere americano B-2 è arrivato in Polonia per la prima volta nella storia. Il Northrop B-2 Spirit è un bombardiere strategico stealth pesante americano in grado di trasportare 16 missili da crociera a punta nucleare. Carico di combattimento fino a 27.000 kg». Vale la pena rilevare che il videoclip ha iniziato a circolare solo cinque giorni dopo che il presidente Usa Joe Biden aveva parlato del presidente russo Vladimir Putin, della guerra in corso in Ucraina e della possibilità che il leader di Mosca potesse essere in grado di usare armi nucleari.

Ma la tensione di questi mesi può giocare brutti scherzi e far perdere di vista la verità dietro le notizie che circolano online. In questo caso, siamo di fronte a una bufala vera e propria. Nonostante, infatti, quello che vediamo è realmente un bombardiere stealth B-2 Spirit, il mezzo sta atterrando alla Royal Air Force Fairford, nota anche come RAF Fairford, a Gloucester, in Inghilterra. Non risulta, inoltre, girato negli ultimi tempi: un video che riprende la medesima scena appare su YouTube già dal 2020. Due anni prima dell’invasione dell’Ucraina risalente allo scorso febbraio. Sullo stesso canale che ha pubblicato le immagini, spunta anche un secondo video dell’episodio a distanza di un mese. Chiaramente, come notiamo dal cielo plumbeo, dal lago, dagli alberi e dal tragitto compiuto, siamo al cospetto dello stesso momento ripreso nel video incriminato.

Un’ulteriore conferma arriva se tramite Google Maps andiamo a cercare l’aspetto della base di Fairford: notiamo la recinzione verde e gli stessi edifici sullo sfondo che l’aereo sorvola nel videoclip pubblicato.

Il portale di immagini pubblico Defense Visual Information Distribution Service (DVIDS), inoltre, conferma che il 13 marzo 2020, il B-2 Spirit è volato a RAF Fairfield per supportare la Bomber Task Force Europe. «L’aereo è schierato come parte della Bomber Task Force Europe, che testa la prontezza degli aviatori e delle apparecchiature che lo supportano, nonché la loro capacità collettiva di operare in posizioni avanzate», si legge sul loro sito.

Conclusioni

Un video virale non mostra un bombardiere stealth statunitense che atterra in Polonia nell’ottobre 2022. La clip è stata girata nel marzo 2020 presso la base aerea della RAF di Fairford nel Regno Unito.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: