L’obbligo di accettare pagamenti con il Pos sale a 60 euro: il nuovo aiuto del governo Meloni ai commercianti

Ma dalla nuova bozza scompare lo stop alle multe

Il governo Meloni cambia ancora le regole per i pagamenti con il Pos. E innalza il tetto da 30 a 60 euro. La modifica è contenuta nell’ultima bozza della Legge di Bilancio e a parlarne oggi è il Corriere della Sera. Il numero 69 dei 155 articoli che compongono la manovra si chiama “Misure in materia di mezzi di pagamento“. E oltre all’innalzamento del tetto del contante a 5 mila euro arriva il limite all’obbligo di accettare i pagamenti digitali: fino a 60 euro il commerciante potrà rifiutarlo senza incorrere in sanzioni. Nella prima versione il tetto fissato era più basso. L’ultima bozza raddoppia l’importo. In compenso nella nuova bozza scompare lo stop di 180 giorni alle multe per chi non aveva rispettato l’obbligo. In attesa di definire le nuove regole l’esecutivo aveva deciso di sospendere i procedimenti e i termini per l’adozione delle sanzioni. Ora quella sospensione è saltata. Le sanzioni erano state introdotte con il decreto legge n.36 perché erano previste dal Recovery Plan come uno degli obiettivi da centrare a giugno 2022


Continua a leggere su Open


Leggi anche: