Il ministro Schillaci: «Più soldi ai medici per le tagliare le liste d’attesa»

Il responsabile della Salute: dobbiamo incentivare la presenza dei professionisti in ospedale

Il ministro della Salute Orazio Schillaci è pronto a tagliare l’isolamento per gli asintomatici. Mentre per risolvere il problema delle liste d’attesa propone di dare stipendi migliori ai medici. Intervistato da Repubblica, Schillaci dice che il problema delle liste d’attesa «più che altro è organizzativo, nel senso che comunque gli organici dei medici, al di là di alcune discipline che sono in difficoltà, non sono inferiori a quelli di altri Paesi. Comunque, non è che da un giorno all’altro possiamo trovare più dottori, visto che come tutti sanno ci vuole tempo per formarli». Per Schillaci «bisogna così incentivare, economicamente, la presenza in ospedale dei professionisti per più ore. In generale, sarà necessario procedere a una rivalutazione del trattamento economico di tutto il personale medico e sanitario». Il ministro spiega anche che oggi incontrerà le Regioni: «Dobbiamo chiarire, spero in modo definitivo, il reale valore delle spese sostenute per fronteggiare il Covid quest’anno, che secondo le amministrazioni locali arrivano a 3,8 miliardi». Intervistato anche dal Corriere della Sera, il ministro parla dell’isolamento più breve per i positivi al Covid asintomatici: «È chiaro che chi esce dall’isolamento senza la prova diagnostica dovrà avere senso di responsabilità e indossare la mascherina in caso di contatti con persone fragili. Puntiamo sulla persuasione non sugli obblighi. Non è un allentamento. Ci adeguiamo al virus, ormai endemico, con il quale bisogna imparare a convivere». E domani partirà la nuova campagna sulla quarta dose, «raccomandata ai fragili assieme all’anti influenza che quest’anno ha già cominciato a mostrarsi aggressiva».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: