«Saman Abbas diventerà cittadina di Novellara. E dei funerali se ne occuperà il Comune»

La sindaca Elena Carletti: vogliamo tendere una mano a tutte le Saman che ancora non conosciamo

Saman Abbas diventerà cittadina di Novellara. Lo promette la sindaca Elena Carletti, spiegando che così «tutte le altre Saman che non conosciamo vedranno che tendiamo loro una mano». E anche i funerali saranno nella cittadina in provincia di Reggio Emilia: «Quando avremo la certezza di potercene occupare, le esequie le celebreremo noi. È un dovere conservare e curare il suo messaggio di libertà». La prima cittadina racconta in un’intervista a La Stampa che «Saman è arrivata in Italia a 14 anni. Avrebbe già potuto essere inserita alle superiori, ma proprio per agevolare l’accoglienza e l’alfabetizzazione è stata iscritta alla terza media. Durante quell’anno scolastico, però, la famiglia l’ha riportata in Pakistan. Se avesse fatto un anno in più di scuole medie, dove c’è una cura particolare della prima accoglienza, forse avrebbe potuto stabilire relazioni con qualcuno. Invece, questo breve tempo di scuola non le ha concesso di emanciparsi, anche se è stata in gamba nel reagire appena contattata dai servizi sociali». Per quanto riguarda la cittadinanza di Novellara, Carletti dice che «l’avrà prima di Natale. La prossima settimana sarà in commissione consiliare e abbiamo già avuto la disponibilità dalle parti politiche. Dopo fisserò un Consiglio comunale per conferirgliela». Non si tratta solo di un gesto simbolico: «È anche un messaggio alle tante Saman che non conosciamo, ma ci sono. La sua storia ha fatto esplodere la consapevolezza del problema dei matrimoni forzati. Qualcosa di concreto adesso deve nascere. In parte è già accaduto: nell’ultimo piano anti-violenza della Regione Emilia-Romagna, per la prima volta si parla di matrimoni forzati e di professionalizzazione dei mediatori culturali, su nostra proposta».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: