Scovata una grande base militare russa in costruzione a Mariupol, le immagini satellitari sul piano di Mosca – Le foto

Le immagini satellitari rilasciate dalla società di osservazione Terra Maxar mostrano come la federazione russa stia consolidando la propria presenza militare nella città portuale ucraina

Mosca starebbe costruendo una grande base militare a Mariupol al fine di consolidare la propria presenza nella città portuale ucraina, catturata dalle truppe russe nei mesi scorsi. A rivelarlo sono le immagini satellitari rilasciate dalla società di osservazione Terra Maxar e condivise dalla Bbc. Le foto mostrano un grande stabilimento a forma di U vicino dove sul tetto si può vedere raffigurata una stella rossa, bianca e blu dell’esercito russo e una scritta che recita: «Dall’esercito russo al popolo di Mariupol». La città portuale, strategicamente importante per Mosca poiché collega la Federazione alla Crimea annessa, è stata assediata dalle truppe russe per quasi tre mesi dall’inizio dell’invasione e i continui combattimenti l’hanno lasciata in gran parte in rovina.


Secondo alcune stime aggiornate il mese scorso da parte di funzionari ucraini, sarebbero circa 25 mila i civili uccisi negli attacchi, mentre le Nazioni Unite hanno confermato la morte di 1.348 civili e sottolineato come il bilancio potrebbe essere «probabilmente più alto». I funzionari ucraini stimano – inoltre – che circa il 90% delle infrastrutture della città sia stato distrutto dai bombardamenti russi e le immagini satellitari suggeriscono che Mosca abbia iniziato a demolire molti degli edifici residenziali rimasti inagibili.


Negli ultimi mesi le truppe russe avrebbero rimosso i cadaveri delle vittime dagli edifici distrutti per poi seppellirli nel principale cimitero cittadino della città portuale di Mariupol. A novembre, infatti, un’altra inchiesta della Bbc aveva mostrato come nel cimitero della città portuale di Mariupol fossero state scavate circa 1.500 nuove tombe. Ipotesi confermata dalle nuove immagini rilasciate dalla società di osservazione Terra Maxar che mostrano – appunto – «una significativa espansione del numero di tombe» nel luogo di sepoltura di Starokrymske. Dalle immagini è inoltre emerso come intorno al Drama Theater di Mariupol, bombardato dalle forze russe il 17 marzo scorso e all’interno del quale sarebbero morte circa 500 persone, sia stata eretta una grande barriera protettiva.

Foto copertina: BBC/TERRA MAXAR | Stabilimento militare russo a Mariupol

Continua a leggere su Open

Leggi anche: