Matteo Messina Denaro, le recensioni della clinica dell’arresto: «1 stella. Sconsiglio ai latitanti»

Andando sullo spazio Google riservato a “La Maddalena” si possono leggere centinaia di nuovi commenti. E poi ci sono i meme

«1 stella. Sconsiglio ai latitanti». All’indomani dall’arresto del numero 1 di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro, sono esplose le recensioni sul sito della clinica La Maddalena, dove è stato trovato il boss. È diventato l’ospedale più famoso d’Italia nel giro di 24 ore, scatenando l’ironia del web. Andando sul loro sito si può assistere a centinaia di nuove recensioni ironiche che spaziano tra chi dà cinque stelle perché «quello dietro di me ha cercato di saltare la fila, ma sono intervenuti centinaia di carabinieri per bloccarlo» e chi ne dà una per la «poca discrezione e privacy invasa spesso dalle forze dell’ordine». «Ottimo personale, qualificato e gentile. Purtroppo, però, la clinica non è un buon luogo per giocare a nascondino», scrive un utente. C’è chi finge di aver condiviso il tempo in attesa con il boss: «L’assistente mi ha chiesto se volessimo aspettare qualche minuto in sala d’attesa. Il tipo di fianco a me ha risposto: “Io ho passato gli ultimi trent’anni ad aspettare». Infine, i delusi: 1 stella. «Servizio pessimo. Pensavo fosse convenzionata con l’arma dei Carabinieri, ma aveva solo convenzioni con Cosa Nostra».


GOOGLE / Screenshot recensione clinica La Maddalena di Palermo, 17 gennaio 2023
GOOGLE / Screenshot recensione clinica La Maddalena di Palermo, 17 gennaio 2023

«Poca privacy e disturbo della quiete pubblica…»

C’è poi chi segnala con 1 stella la struttura per il disturbo della quiete: «Troppo rumorosa…Troppe sirene dei carabinieri!». In tanti puntano sulla mancata privacy: «Un po’ invasivo il servizio di sicurezza, oggi per accompagnare fuori un paziente di Castelvetrano sono arrivati in 120 armati fino ai denti». E chi aggiunge: «Poca riservatezza, questa mattina ero andato a trovare mio zio, non lo vedevo dal 1993 perché si era allontanato alla mia nascita. Appena entrato in clinica mi hanno assalito portandomi via insieme a lui, ora mi ritrovo chiuso in pulmino con venti agenti armati». Ma non manca anche chi attacca le recensioni ironiche, lasciando a sua volta una recensione: «Solidarietà a questo ospedale oncologico. Recensione di sostegno a questa bella struttura dopo il bombing negativo. C’è sempre gente che lavora», scrive un utente lasciando 5 stelle.


GOOGLE / Screenshot recensione clinica La Maddalena di Palermo, 17 gennaio 2023
GOOGLE / Screenshot recensione clinica La Maddalena di Palermo, 17 gennaio 2023

Matteo Messina Denaro lascia 1 stella: «Non ci tornerò»

Ma l’ironia del web ha riguardato in toto la notizia dell’arresto del superlatitante. Non solo recensioni negative. La prima foto diffusa di Matteo Messina Denaro con i carabinieri è entrata nel mirino dei meme. C’è chi ironicamente dubita che sia realmente lui data la poca riconoscibilità con le recenti foto segnaletiche: «Lasciate libero quell’uomo. Non è Messina Denaro è Alessandro Cecchi Paone». E ancora: «Arrestata Emma Bonino, come si può vedere nella foto». Non manca chi critica il lungo tempo che il Ros ha impiegato per trovare “Diabolik” e crea così un (finto) attestato di un master in crimine organizzato e operazioni tattiche antimafia effettuato presso l’università di Facebook. Infine, c’è chi fa lasciare una recensione direttamente dal superalatitante che dà una stella alla clinia: «Non ci tornerò sicuramente».

INSTAGRAM / Meme di Republic-of-political-memes, 17 gennaio 2023
INSTAGRAM / Meme di CNC Media, 17 gennaio 2023
Finto attestato ironico di un master in crimine organizzato presso l’università di Facebook, 17 gennaio 2023

Continua a leggere su Open

Leggi anche: