Femminicidio Scialdone, la difesa di Bonaiuti presenta ricorso al Riesame: «Non voleva uccidere Martina»

L’avvocato Taglialatela contesta la premeditazione, i gravi indizi di colpevolezza e il pericolo di fuga

Fabio Taglialatela, avvocato difensore di Costantino Bonaiuti, ha presentato un ricorso al tribunale del Riesame. Bonaiuti è accusato di aver ucciso Martina Scialdone venerdì sera fuori da un ristorante in via Amelia al Tuscolano. L’accusa nei suoi confronti è di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dai motivi futili e abietti rappresentati dalla gelosia e dall’aver agito contro una persona a lui legata da relazione affettiva. Taglialatela contesta la premeditazione, la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza, e il pericolo di fuga.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: