Il sito del Reddito di Cittadinanza ha qualche piccolo problema di privacy

È stato lanciato il sito del Reddito di Cittadinanza. Come per il sito Siamoeuropei.it di Carlo Calenda, anche nel sito del Governo riscontriamo qualche problema

Il 4 febbraio sarà ricordato come il giorno della presentazione del sito dedicato al Reddito di Cittadinanza, un portale che inizialmente fornirà informazioni per poi accogliere,da marzo, le domande per ottenerlo. Fino alle 15:00, digitandoil dominio Redditodicittadinanza.gov.it, ci veniva proposta in una pagina di servizio«sito in costruzione», scarna nei contenuti e ricca di servizi nascosti agli occhi degli utenti. C'era un problema e riguarda la Privacy, purtroppo presente anche nel sito definitivo lanciato online poco dopo le 15:00.

Il 18 gennaio ci eravamo occupati del sito europeista di Carlo Calenda-Siamoeuropei.it – riportando i problemi legati al GDPR, ma questo problema riguarda anche il nuovo portale del Governo dove vengono regalati dati a Google eMicrosoft senza che i cittadini ne siano informati.

Perché il Decreto dignità è un trampolino per il reddito di cittadinanza

Leggi anche