Elezioni Sardegna: Matteo Salvini ha violato nuovamente il silenzio elettorale? No

Matteo Salvini avrebbe nuovamente violato il silenzio elettorale usando i social? Lo avevamo spiegato il 21 febbraio, ripassiamo insieme

Durante le elezioni in Abruzzo il ministro dell'Interno Matteo Salvini avrebbe – secondo alcuni – violato il silenzio elettorale attraverso i social. La storia si ripete, anche oggi il«Capitano» pubblica alcuni post su Facebook dove invita al voto a favore della Lega alle elezioni in Sardegna con l'hashtag #oggivotoLega. Lo può fare.

Elezioni Sardegna: Matteo Salvini ha violato nuovamente il silenzio elettorale? No foto 1

Avevo spiegato i perché in un articolo del 21 febbraio, riportando cosa dice la legge e le due scuole di pensiero che considerano lecito o illecito questo modo di fare propaganda attraverso la Rete il giorno delle elezioni. Matteo Salvini è a capo del ministero dell'Interno che ha come compito«curare gli adempimenti preparatori ed organizzativi per lo svolgimento di tutte le consultazioni elettorali e referendarie. In particolare, la struttura svolge la funzione di supporto giuridico e tecnico-organizzativo agli uffici elettorali delle prefetture e dei comuni sui procedimenti elettorali, sulla tenuta e revisione delle liste elettorali ed in materia di vigilanza sulla propaganda elettorale». Se si permette di fare ciò o ha chiesto un parere interno al suo stesso ministero, dando via libera alla propaganda, o qualcuno dovrebbe tentare di procedere contro di lui attraverso la Prefettura competente.

Verso il voto in Sardegna: i social network e il silenzio elettorale

Leggi anche