I film mentali dei no-vax sulla morte di Luke Perry

L’improvvisa morte di Luke Perry ha scatenato i no-vax americani, che su Facebook stanno sostenendo che il decesso dell’attore sarebbe legato a un vaccino inoculatogli poco tempo prima 

La morte di LukePerry, deceduto il 4 marzo 2019 per le complicanze dovute a un grave ictus che l’avevacolpito pochi giorni prima,ha comprensibilmente scosso gli animi di intere generazioni che negli anni ’90 si erano identificatenel bel Dylan, protagonista della serie cultBeverly Hills 90210. A quanto pare, però, la sua morte sta diventando anche foriera di teorie del complotto abbastanza sui generis.

I film mentali dei no-vax sulla morte di Luke Perry foto 4

È per esempio il caso dei no-vaxamericani, che da giorni si stanno scatenando sul web e sui socialsostenendo che il divo hollywoodiano sia morto per colpa di unvaccino. No, non è uno scherzo: come racconta il sito americano Patheos.com, su Facebook numerosissimi sono i post in cui i no-vaxsostengono che l’ictus che ha provocato la morte di LukePerry sia stato scatenato da una dose di vaccino inoculatagli pochi giorni prima.

I film mentali dei no-vax sulla morte di Luke Perry foto 2

«Rapidamente nei gruppi no-vax ha iniziato a diffondersi la notizia della morte di LukePerrye in moltihanno iniziato a sostenere che il decesso potesse in qualche modo essere legato ai vaccini.Alcune persone hanno raccontato che l’attore avrebbe fatto pochi giorni prima unvaccino antinfluenzale e per provare questa causalitàhanno iniziato a diffondere un articolo che nella sua meta-description in qualche modo sembra legare, ma solo a livello informatico, la morte di Perry al malore di LouFerrigno dello scorso dicembre, malorecausato da una errata inoculazione vaccinale che gli provocò un’infezione al braccio.

I film mentali dei no-vax sulla morte di Luke Perry foto 3

Nel testo dell’articolo, però, il presunto vaccino a cui – secondo i no-vax- si sarebbe sottoposto Perrynon viene mai menzionato.«Tuttavia, niente di questo è importante per i no-vax, che continuano a utilizzare la meta-destription errata per promuovere la loro tesi sulla morte di LukePerry», concludePatheos. Nonostante non esista alcuna evidenza né scientifica né giornalistica, dunque, la nuova teoria del complotto dei no-vaxamericani sta continuando ad avere molto credito nei ristretti gruppi in cui è stata diffusa.

I film mentali dei no-vax sulla morte di Luke Perry foto 1

Leggi anche: