Il cameriere che ha soccorso Noemi sarà “Napoletano dell’anno”

di OPEN

Ha assistito la bambina nei momenti successivi all’agguato, tenendola con sé dietro al bancone fino all’arrivo della madre. Il premio è stato annunciato dalla trasmissione radio “La Radiazza” e dal consigliere regionale dei Verdi: «A nome di tutti i napoletani, porteremo a questo grande uomo il ringraziamento per il suo atto eroico»

Sembra impossibile che da una vicenda come quella della sparatoria a Napoli dello scorso 3 maggio, nella quale è rimasta gravemente ferita la bambina Noemi, si possa ricavare qualcosa di positivo. Eppure, grazie all'intervento del cameriere che ha soccorso la ragazzina ferita, possiamo trovare tracce di «coraggio e umanità». Per il suo comportamento eroico, Roberto sarà insignito del titolo “Napoletano dell’anno”.

L'annuncio è arrivato dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che, insieme al conduttore de "La Radiazza" Gianni Simioli, ha deciso di premiare il cameriere Roberto per aver «affrontato gli spari» al fine di «portare via Noemi dall’inferno dell’agguato in piazza Nazionale».

La consegna del titolo avverrà a settembre, in occasione del Premio San Gennaro. «In questo modo – hanno detto Borrelli e Simioli – porteremo a questo grande uomo il ringraziamento a nome di tutti i napoletani per il suo atto eroico». «La sua storia di coraggio e generosità ci ha spinto ad insignirlo con la prima edizione del premio “Napoletano dell’anno”- hanno aggiunto- che abbiamo deciso di istituire dinanzi ad un gesto tanto nobile».

L'intervento di Roberto per soccorrere Noemi

Roberto ha 50 anni e lavora nel bar Elite, un locale che si trova di fronte alla piazza dove è avvenuta la sparatoria. Come raccontato dal titolare Salvatore Laezza, dopo aver preso in braccio Noemi l'ha portata dietro il bancone, senza «mai muoversi dal suo fianco» fino all'arrivo della madre.

«L’idea nasce da un ascoltatore che, durante la puntata di martedì de “La Radiazza” ci ha fatto notare quanto sia stato eroico e coraggioso il cameriere», ha spiegato il conduttore Simioli. «Speriamo che il suo coraggio possa essere di stimolo a tutti i napoletani per mostrare il meglio sotto il profilo del coraggio e della civiltà e spinga chi sta coprendo l’assassino a parlare».

A partire dalla prossima edizione, il nuovo riconoscimento sarà rivolto a tutti i cittadini che si distingueranno per coraggio e senso civico. Materialmente, il premio sarà realizzato da Salvatore Iodice, un artista che realizza le sue opere con materiali riciclati.

Leggi anche