«Contro l’islamizzazione della società» l’Austria vieta il velo anche nelle elementari

La misura è stata introdotta dal governo di centrodestra di Alexander Kurz con il sostegno di un partito di estrema destra. Ma era stato il precedente esecutivo ad aver proibito l’utilizzo del velo (niqab e burka) nei luoghi pubblici, comprese le scuole

Le bambine nate in Austria da famiglie di fede musulmana cresciute con l’abitudine del velo non potranno più indossarlo nelle scuole elementari. Per partecipare all’apprendimento collettivo, così come stabilito dalle leggi e dall’etica repubblicana, dovranno disfarsi di un simbolo religioso considerato troppo opprimente in quanto «strumento di indottrinamento», come era stato argomentato nel novembre 2018 quando il governo austriaco vietò il velo negli asili.

Lo stesso non vale per il crocifisso cristiano e neppure per la kippah ebraica, ma soltanto per copricapo e veli che coprono i capelli. Una misura che sembra fatta ad arte per escludere il niqab e il burqa quella passata dall’esecutivo del cancelliere Sebastian Kurz, del Partito popolare austriaco, con il sostegno del Partito della Libertà austriaco e del leader di estrema destra Heinz-Christian Strache.

Già nel gennaio 2017 – undici mesi prima della nomina di Kurz a cancelliere – l’allora esecutivo socialdemocratico del cancelliere Christian Kern aveva introdotto un divieto che impediva alle donne di indossare il niqab e il burka negli spazi pubblici, come i tribunali e le scuole, appunto. Una decisione inusuale visto il colore politico del governo, che avrebbe avuto come scopo quello di contrastare l’ascesa dello stesso partito di destra di Strache che invece ha sostenuto Kurz in questa iniziativa. 

Ma l’Austria non è né il primo né probabilmente l’ultimo stato europeo a declinare il concetto di laicità o quantomeno di neutralità dello Stato e degli spazi pubblici in contrapposizione ad alcune usanze di tradizione musulmana. La Francia è stato il primo Paese europeo a vietare l’uso del velo in luoghi pubblici. Nella patria di Voltaire, nessuna donna può lasciare la propria abitazione indossando un velo.

Nella vicina Germania, dove nel 2017 la Camera bassa ha approvato un divieto che impedisce alle impiegate statali di indossare il velo al lavoro, il governo cristiano democratico del Nordreno-Vestfalia ha annunciato che sta valutando un divieto simile a quello introdotto in Austria.