Pallavolo, doppietta per l’Italia: Novara e Civitanova vincono la Champions League

Prima le ragazze di Barbolini nella sfida tutta italiana contro Conegliano. Poi Juantorena e i suoi che con 3-1 hanno messo fino al dominio dello Zenit Kazan in campo europeo

Per l’Italia dello sport Berlino è un posto magico, uno di quelli che fa tornare alla mente momenti di gloria. Lo sanno bene gli azzurri del pallone che nella capitale tedesca nel 2006 alzarono la Coppa del Mondo. Questa volta è toccato alla pallavolo, maschile e femminile, far suonare l’inno di Mameli sul gradino più alto del podio: non una, ma ben due volte. A poche ore di distanza l’una dall’altra, prima Novara, con le sue ragazze, e poi Civitanova Marche hanno conquistato la Champions League.

Civitanova mette i russi ko

Dopo lo scudetto conquistato a Perugia, la formazione di Fefè de Giorgi ha messo fine al dominio dello Zenit Kazan, un dominio che andava avanti da quattro anni.

I ragazzi della Lube ci avevano provato già lo scorso anno contro la formazione russa ma il trofeo era finito ancora una volta in terra tartara. Quest’anno capitan Stankovic e i suoi non hanno dato respiro alla formazione russa regalando ai campioni in carica solo un set. Juantorena e compagni portano a casa una coppa che mancava nelle Marche da ben 17 anni, dal 2002 e in Italia da otto anni. 

Novara-Conegliano: il derby italiano

Per le due super formazioni era l’ennesima finale, l’ennesimo scontro dopo che le venete si erano aggiudicate lo scudetto proprio in finale contro le piemontesi.

https://twitter.com/statuses/1129847175914115072

Ma in casa Novara c’era voglia di rivalsa e la squadra trascinata da Paola Egonu non ha deluso le aspettative. Con i parziali di  25-18, 25-17, 14-25, 25-22 le ragazze di Barbolini hanno portato a casa la prima coppa europea nella storia del Novara nonché il quarto trofeo europeo con quattro squadre diverse per il ct Barbolini: un record.

Un altro piccolo record lo segna invece la veterana Francesca Piccinini che a quarant’anni ha deciso di mettere in cassaforte la sua settima Champions League.

Leggi anche: