Liceo artistico, l’immagine di Salvini composta da naufraghi. Ceccardi: «Scandaloso! Bugia e infamia»

La referente della Lega per la Toscana ha definito l’opera un falso ideologico: «A scuola, come sui giornali si dovrebbe promuovere la corretta informazione»

L’idea di un liceo artistico di Pisa di raffigurare Matteo Salvini assemblando centinai di immagini di naufragi che hanno coinvolto dei migranti ha fatto infuriare la referente della Lega in Toscana Susanna Ceccardi. «Al liceo artistico Russoli di Pisa ragazzi, preside e insegnanti hanno fatto una mostra con questa “opera d’arte”. 400 foto di morti in mare e barconi alla deriva che formano, tutte insieme, l’immagine di Matteo Salvini in un collage», scrive Ceccardi sul suo profilo Facebook.

Con Salvini meno morti in mare

La referente del Carroccio si scaglia contro la scuola colpevole di aver fatto passare l’immagine come un’opera d’arte per fini politici. «Perché non hanno fatto questa bellissima opera d’arte nel 2016 mettendoci la faccia di Renzi e Alfano quando le morti in mare erano 5.096?», sottolinea Ceccardi chiarendo che da quando Salvini è ministro dell’Interno le morti in mare sono diminuite. «Scandaloso!!! Dati dei morti in mare dal 2015 ad oggi forniti dall’ UNHCR. 2015: 3.771; 2016: 5.096; 2017: 3.139; 2018: 2.277; 2019: 402» .

Ceccardi si affida ai dati forniti dall’organizzazione dell’Onu per i Rifugiati per ribadire che il Mediterraneo è un posto “più sicuro” con Salvini a capo del Viminale e attacca l’istituto scolastico: «A scuola, come sui giornali si dovrebbe promuovere la corretta informazione. E mi dispiace molto che questa squallida provocazione sia stata fatta proprio nel liceo russoli di Pisa, con il quale abbiamo sempre avuto una bella collaborazione in passato. Nessuna censura all’arte, ma quando l’arte diventa falso ideologico è giusto diffondere sotto forma d’arte bugie e infamie?».

Su Twitter ironizza invece proprio il vicepremier Salvini che condivide l’immagine incriminata commentando: «Evviva l’arte, evviva Pisa!».

Sullo stesso tema