Bellocchio show a Cannes: 13 minuti di applausi per «Il traditore», il film su Tommaso Buscetta

Un’accoglienza così, forse, non l’aveva mai vista. Tredici minuti di applausi, il suo nome pronunciato a ritmo dal pubblico in sala. Per Marco Bellocchio e il suo ultimo film Il traditore, la corsa alla Palma d’Oro al 72esimo Festival di Cannes è partita nel migliore dei modi.


Il pubblico della prima ha acclamato lui e i suoi attori, dal protagonista Pierfrancesco Favino a Luigi Lo Cascio, i due nomi più noti. «Vi devo davvero ringraziare – ha detto il regista – questa è stata un’esperienza meravigliosa».

La trama

Il film racconta la storia del “boss dei due mondi” Tommaso Buscetta, mafioso, membro di spicco di Cosa Nostra e successivamente collaboratore di giustizia, ruolo che decise di accettare grazie all’abilità del giudice Giovanni Falcone. Le rivelazioni di Buscetta permisero di tracciare per la prima volta una mappa dei clan siciliani, aprendo per la prima volta una finestra su un mondo che fino a quel momento era molto più oscuro.

ANSA/Pierfrancesco Favino in una scena de “Il Traditore”, nel quale interpreta il mafioso Tommaso Buscetta

Il cast

Buscetta è interpretato da Pierfrancesco Favino, che ha raccontato i retroscena del suo “colloquio di lavoro” con Bellocchio: «Sentivo che non era stato proprio convinto dal mio primo provino. Sapevo che non era andato come volevo. E il fatto che non mi telefonasse nessuno era tutto tranne che un buon segno. Ero consapevole che avrei potuto giocarmela meglio e ho fatto una cosa che non avevo mai fatto in vita mia. L’ho incontrato e gli ho detto “Marco, vorrei convincerti che posso interpretare questo ruolo”. Mi ha dato un’altra occasione». Nel cast ci sono anche Luigi Lo Cascio, Fausto Russo Alesi e Fabrizio Ferracane: gli ultimi due interpretano il giudice Giovanni Falcone e il cassiere della mafia Pippo Calò.

Leggi anche: