Italia / Chi sono i candidati alle elezioni europee di Lega, M5s, Pd e Forza Italia

Scopri le liste e i candidati italiani in corsa per un seggio al parlamento europeo alle elezioni europee del 26 maggio 2019.

In occasione delle elezioni europee del 26 maggio 2019 Lega, Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e Forza Italia schierano i loro candidati (76 suddivisi nelle cinque circoscrizioni previste: nord-ovest, nord-est, centro, sud e isole) in corsa per un seggio al Parlamento europeo. Nelle liste figurano, tra gli altri, sindaci, ex sindaci, ex ministri, avvocati, giornalisti, docenti, una ex “iena” e un sindacalista di origini senegalesi.

Lega

I principali candidati della lega sono Vincenzo Sofo, fidanzato di Marion Le Pen, nipote di Marine, il professore “no euro” Antonio Maria Rinaldi e la moglie del vice-presidente del Senato Roberto Calderoli, Gianna Gancia. Nelle liste figurano anche il rettore dell’Università di Salerno Aurelio Tommasetti e Francesca Donato, nota per essere l’ideatrice di un progetto, chiamato “Eurexit”, che si pone l’obiettivo di uscire il prima possibile dall’euro così da “rilanciare l’economia” del nostro Paese. Il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, invece, si conferma capolista in tutte le circoscrizioni: “Abbiamo gente clamorosamente normale” ha detto parlando delle sue liste alle europee, formate principalmente da sindaci, ex sindaci e militanti di lungo corso.

PD – Siamo Europei

La lista PD – Siamo Europei ha candidato il medico Pietro Bartolo, l’uomo che ha salvato centinaia di migranti approdati sull’isola di Lampedusa, e il sindacalista, originario del Senegal, Mamadou Sall: da venditore di fazzoletti a candidato per un posto nel Parlamento europeo. Quattro i volti noti del PD in lista: l’ex procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, l’ex primo cittadino di Milano Giuliano Pisapia e gli ex ministri Carlo Calenda e Cécile Kyenge.

M5S

Il Movimento Cinque Stelle ha candidato cinque donne come capilista delle circoscrizioni: da Maria Angela Danzì, direttore generale dei comuni di Genova e Novara, a Daniela Rondinelli, membro del gabinetto di presidenza del CESE, da Chiara Maria Gemma, professore associato, alla giornalista d’inchiesta Sabrina Pignedoli fino all’amministratore delegato di “Olidata” Alessandra Todde (per la circoscrizione Isole). In corsa per un seggio europeo anche il sindaco di Livorno Filippo Nogarin e l’ex inviato de “Le Iene” Dino Giarrusso, risultato uno dei candidati più chiacchierati del M5s. “A Giarrusso i migliori auguri per il futuro, sperando però che la smetta con il vizio di vestirsi come noi e di usare il passato a Le Iene per la sua campagna elettorale”, questa la nota del programma tv targato Mediaset.

Forza Italia

Il Cavaliere, nonostante i problemi di salute e il ricovero per un’occlusione intestinale, scende in campo come capolista in tutte le circoscrizioni, eccetto quella del centro Italia dove è presente il presidente del Parlamento europeo uscente Antonio Tajani. Nelle sue liste figurano l’atleta paralimpica Giusy Versace, la conduttrice tv Irene Pivetti e la nipote del Duce Alessandra Mussolini. A fare più “rumore”, però, è l’assenza di Mara Carfagna, che con grande sorpresa non figura nella circoscrizione sud, oltre alla presenza tra i candidati alle europee 2019 di Pietro Tatarella, coinvolto nella maxi inchiesta della Dda su appalti e tangenti.

Sullo stesso tema