Il gigante e la bambina: Greta e Schwarzenegger contro il cambiamento climatico

All’evento, organizzato dall’ex governatore della California, c’erano 1.200 esperti per discutere come affrontare il cambiamento climatico

Lui, attore e culturista prestato alla politica. Lei, un’attivista per il clima sedicenne. A Vienna, Arnold Schwarzenegger e Greta Thunberg si sono incontrati per lanciare un appello ad agire, esortando i leader mondiali, politici e semplici cittadini a impegnarsi in prima persona. Un incitamento che arriva mentre i Verdi, alle ultime europee, hanno conquistato consensi in tutta Europa.

«Il cambiamento climatico è la più grande crisi che l’umanità abbia mai affrontato. Non è qualcosa per il quale basta mettere ‘like’ su Facebook, lo sviluppo tecnologico non dovrebbe far pensare che si possa risolvere la crisi senza sforzi», ha affermato la giovane attivista.

«Una volta che realizziamo, agiamo e cambiamo. Gli esseri umani sono molto adattabili», ha aggiunto Greta, prendendo la parola davanti alla platea all’Austrian World Summit. L’evento, organizzato dall’ex governatore della California, riunisce 1.200 esperti, politici e imprenditori per discutere come affrontare il cambiamento climatico.

Dal palco, Schwarzenegger ha esortato i leader mondiali a «smettere di dire bugie alla gente sull’inquinamento e sul cambiamento climatico» e
«investire nell’energia verde del futuro».

Presente all’incontro anche il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, che si è rammaricato del fatto che molti dei Paesi che a Parigi hanno promesso di fare un certo numero di cose non stanno neanche raggiungendo le loro stesse promesse».

«Lo sconvolgimento climatico è alle porte e sta progredendo più velocemente dei nostri sforzi per affrontarlo», ha aggiunto, lanciando l’allarme.

Sullo stesso tema