«Tav si fa sì o no?», la risposta di Toninelli fa scoppiare la polemica: «È una supercazzola»

«Questa è una supercazzola. Non c’è nulla da ridere, in un anno non avete capito niente dell’Italia»

Scontro Forza Italia – Movimento Cinque Stelle alla Camera dove l’onorevole Deborah Bergamini (Fi), in un’interrogazione parlamentare, ha chiesto al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli se la «Torino Lione si farà o non si farà». La risposta del ministro grillino è stata lunga e articolata: Toninelli ha anche parlato del decreto sblocca cantieri che «consentirà di individuare commissari che avranno il compito di accelerare le procedure per una serie di opere stradali e ferroviarie di rilevante entità».

Mulè: «Nemmeno Crozza»

Toninelli, non rispondendo in maniera diretta alla domanda sulla Tav, ha suscitato una sua dura reazione della Bergamini: «Lei ci consegna una risposta che è una supercazzola. Non c’è nulla da ridere, Ministro, in un anno di governo non avete capito niente dell’Italia». A rincarare la dose è l’onorevole Giorgio Mulè, anche lui di Forza Italia, che si è lasciato scappare un «ma nemmeno Crozza» riferendosi ancora una volta alla risposta del Ministro.

La Carfagna: «Usate un linguaggio consono»

Mara Carfagna, vicepresidente della Camera dei deputati, ha provato a riportare la calma in aula chiedendo ai colleghi deputati di abbassare i toni: «Rispettiamo il regolamento e ci troveremo tutti meglio! Invito tutti a usare un linguaggio consono a quest’aula!».

Leggi anche: