L’Ad Fs Italiane: «Siamo la miglior Alta velocità al mondo» – Il video

Alla presentazione degli orari estivi di Ferrovie dello Stato spunta anche uno spiraglio per chi viaggia sui regionali

«La storia di Trenitalia è cambiata dai numeri, 300 milioni di passeggeri negli ultimi dieci anni: è il racconto di una storia di successo». Lo ha detto Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fs Italiane, a margine della presentazione degli orari estivi alla stazione centrale di Milano.


Il successo dell’Alta velocità

«Siamo un brand riconosciuto, dal punto di vista del Frecciarossa, ma più in generale dell’alta velocità nel mondo, siamo considerati la migliore alta velocità al mondo – continua Battisti – per chi l’ha diretta come me è un motivo di grande orgoglio».

Rispondendo a una domanda sul trasporto regionale Battisti ha rassicurato: «Arriveranno 106 nuovi treni dei 600 previsti per l’arco del piano metteremo in campo».

Ritornando sull’alta velocità, l’amministratore delegato della rete ferroviaria italiana ha ribadito che «l’alta velocità ha cambiato il paese dal punto di vista logistico, è il più grande progetto infrastrutturale dal dopoguerra a oggi. I 40 milioni di passeggeri che ogni anno trasportiamo hanno cambiato il Paese».

Nuovi investimenti

Sui prossimi passi dell’azienda italiana Battisti dichiara che verrà aumentato il livello qualitativo: «Cercheremo di estendere il network che è al momento di mille chilometri», chiarisce Battisti.

«Stanno proseguendo gli investimenti su tutta la rete, 42 miliardi di euro che saranno utilizzati per l’implementazione della rete strutturale stradale e ferroviaria», ha dichiarato l’Ad di Fs Italiane.

Tav e Alitalia

Battisti è intervenuto anche sull’annosa questione del Tav: «Aspettiamo il governo, non è un tema all’ordine del giorno delle Ferrovie, è un dossier al quale sta lavorando il governo e aspettiamo le sue decisioni».

Mentre sulla vicenda Alitalia ha chiarito: «Abbiamo una scadenza che è quella del 15 giugno, ci aspettiamo di andare avanti con le trattative e per quella data contiamo di avere un’idea un po’ più precisa».

Leggi anche