La rapper Myss Keta contro i sovranisti: «L’Europa è fondamentale»

Davanti alle telecamere dell’HuffingtonPost la rapper italiana ha rivelato qualche dettaglio sulla sua vita

È stata il testimonial (a volto coperto) del Parlamento europeo per convincere i giovani a partecipare alle elezioni. Di Myss Keta si sa poco o nulla, ma che fosse decisamente europeista era noto già da qualche giorno.

La rapper lo ha ribadito durante un’intervista all’Huffington Post negli studi di Rai Radio 1. «In questo periodo tormentato, credo che l’Europa sia super-importante per l’Italia. E ho accettato l’invito (del Parlamento europeo) perché in alcuni casi il voto è più un dovere che un diritto».

La cantante ha rivelato il retroscena di quella campagna di sensibilizzazione: «Mi ha contattato direttamente l’ufficio del Parlamento europeo in Italia e ovviamente mi sono trovata subito d’accordo con l’idea di “prestare” il mio volto per invitare al voto».

https://www.facebook.com/PEItalia/posts/10157714125089131

Durante l’intervista, la rapper ha rivelato anche alcuni dettagli sulla sua vita privata e professionale. Ha detto che andrebbe a Sanremo, che tra 10 anni si immagina in una casa in Sud America a «svernare» al caldo.

E infine una digressione sentimentale: «Il mio uomo ideale? Deve essere sensibile, interessante, mi deve insegnare delle cose nuove», ha detto, concludendo l’intervista col suo marchio di fabbrica: «Pazzeska».

Foto copertina: Myss Keta/Instagram

Leggi anche