Sparatoria a Napoli, Noemi è tornata a casa

La piccola è stata sottoposta agli ultimi esami che hanno dato il via libera alle dimissioni

Noemi, la bimba di 4 anni ferita a un polmone durante una sparatoria in piazza Nazionale a Napoli lo scorso 3 maggio, ha lasciato l’ospedale Santobono ed è tornata a casa. La piccola è stata sottoposta agli ultimi esami che hanno dato il via libera alle dimissioni.

«Le piacerebbe cantare Soldi con Mahmood»

Angelo Pisani, avvocato dei genitori della bambina, ha dichiarato che «ora la bimba sta molto meglio. Porta il busto, ma cammina». In un’occasione l’ha trovata canticchiare Soldi di Mahmood. «Mi ha detto – continua l’avvocato – che le piacerebbe molto cantarla con Mahmood e sarebbe molto felice se lui l’andasse a trovare».

Le cure continueranno a domicilio, assicura l’Asl

La bambina verrà seguita a domicilio dagli specialisti messi a disposizione dall’Asl di Napoli. «Prenderemo in carico Noemi in continuità assistenziale a domicilio», spiega il commissario straordinario dell’azienda sanitaria napoletana Ciro Verdoliva. 

«Abbiamo già programmato il percorso con il Santobono – spiega il responsabile – seguiremo il piano terapeutico di riabilitazione che i medici del Santobono ci forniranno». 

Sullo stesso tema: