49 milioni, Siri e Berlusconi: tutte le parole bannate dalla pagina Facebook di Salvini

In molti hanno provato ad aggirare il blocco scrivendo, ad esempio, «48 milioni più uno li ridiamo?» o «50 – 1 quanto fa?»

«49 milioni» ma anche «Berlusconi» e «Siri»: come racconta Tpi, sono queste le parole bannate dalla pagina Facebook di Matteo Salvini. O meglio il filtro è stato applicato dallo staff social del ministro dell’Interno solo per le dirette: nei post classici, come ha verificato Open, non vige alcun ban.

Come aggirare il ban

In molti hanno provato ad aggirare il blocco scrivendo, ad esempio, «48.969.617 euro», «48 milioni più uno li ridiamo?», «Sei come BERLVSCON1», «50 – 1 quanto fa?», «Quarantanove». Insomma si è già scatenata l’ironia del web.

Lo staff del vicepremier, dunque, ha ritenuto di inserire queste parole «49 milioni», «Berlusconi» e «Siri» (il sottosegretario leghista indagato per corruzione, ndr) nella lista nera: «Il tuo commento contiene una parola che figura in blacklist» si legge. Al momento, non è dato conoscere la ragione.

I 49 milioni di euro della Lega Nord

«Per il ministro dell’Interno, “49 milioni” è un insulto, una parola offensiva da mettere in blacklist. Vorrà dire che scriveremo “49mln o 49 m1l10n1 o “quarantanovemilioni”. Censurerà pure quelle?» scrive Giovanni Mercadante, tra i primi a segnalare lo strano caso su Facebook.

Il riferimento è ovviamente ai 49 milioni di euro dei rimborsi elettorali che la Lega Nord avrebbe intascato (tra il 2008 e il 2010) e poi fatto sparire.

Leggi anche: