Nave sbanda a Venezia, comandante rifiuta quarto rimorchiatore – L’audio del dialogo con la capitaneria

Secondo le registrazioni quando la Capitaneria mette a disposizione unità aggiuntive, il comandante rifiuta: «Al momento tutto tranquillo»

L’agenzia Ansa ha pubblicato la conversazione tra la capitaneria di porto e il comandante della nave da crociera ‘Costa Deliziosa’. Il 7 luglio, a causa del maltempo, ha rischiato una collisione con la riva e con uno yacht nei pressi dei Sette Martiri a Venezia.


Capitaneria: «Comandante ho sentito la torre. Se ci sono difficoltà considerando il maltempo, in caso di difficoltà siete autorizzati ad aumentare la velocità nei limiti della sicurezza, per evitare qualsiasi tipo di collisione con la costa. Vi ridomando: avete bisogno di un quarto rimorchiatore?»

Comandante: «No, al momento il vento è sceso ed è tutto tranquillo. Manteniamo la velocità leggermente più alta per un governo migliore».

Capitaneria: «Mi conferma che non ha bisogno di un quarto rimorchiatore?»

Comandante: «No, va bene così, la ringrazio»

Capitaneria: «Va bene, vi monitoriamo. Per qualsiasi cosa contattateci subito, grazie»

Brugnaro contro Toninelli: «Basta navi a San Marco. Il ministro sblocchi le decisioni già prese»

A seguito dello scampato incidente, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro punta il dito contro il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. «Basta con le navi a San Marco», ha detto. «Il ministro smetta di bloccare la soluzione alternativa già decisa in Comitatone 20 mesi fa (quella del canale Petroli, ndr)».

«La responsabilità di quanto è accaduto domenica e di quello che potrà accadere in futuro è di chi non ha deciso in questi mesi», ha continuato il sindaco. «Toninelli ha poteri funzionali sull’intera filiera portuale, dalla Capitaneria di porto alla Guardia costiera, dal Provveditorato alle Opere pubbliche all’Autorità di sistema portuale».

Senza mezzi termini è anche la risposta del ministro su Twitter: «Brugnaro come al solito straparla. Dopo anni di inerzia anche da parte di quelli della sua area politica, siamo vicini a una soluzione seria per mettere fuori le #grandinavi da #Venezia. Marghera è opzione scellerata per sicurezza e ambiente, convinceremo di ciò anche Unesco».

Leggi anche: