Di Maio lancia il “mandato zero” per gli eletti M5s: lo prende in giro anche Beppe Grillo – Il video

«Questa estate farò due settimane di ferie: settimana zero, settimana 1 e settimana 2», in rete corre l’ironia sul mandato zero di Di Maio

«Il mandato ora in corso è il primo di lungo viaggio… ma di andarmene a casa non ho proprio il coraggio», questo il messaggio forte e chiaro scritto su Twitter da Beppe Grillo, fondatore del Movimento Cinque Stelle, che ha parafrasato il testo della canzone “Se mi lasci non vale”, nell’interpretazione di Julio Iglesias (originariamente venne interpretata da Luciano Rossi).

Il mandato “zero”

Il riferimento, neanche a dirlo, è alla proposta di Luigi Di Maio che ha parlato, per la prima volta, di una deroga alla regola del tetto dei due mandati solo per i consiglieri comunali e e municipali (non per i sindaci) attraverso, appunto, il mandato zero. «Se tu vieni eletto consigliere comunale o di municipio al primo mandato e lo porti avanti tutto e poi decidi di ricandidarti e non diventi né presidente di municipio né sindaco, allora il tuo secondo mandato, quello precedente, non vale».

Un mandato che “non vale” e che, previa approvazione degli iscritti alla piattaforma Rousseau (chiamati a decidere nei prossimi giorni), potrebbe costituire un vero e proprio cambio di rotta per il Movimento che ha fatto della regola del doppio mandato una delle sue colonne portanti.

Cosa diceva Di Maio nel 2018

E poi ci sono le parole del vicepremier Luigi Di Maio che, il 31 dicembre 2018, su Twitter scriveva: «La regola dei due mandati non è mai stata messa in discussione e non si tocca. Né quest’anno, né il prossimo, né mai. Questo è certo come l’alternanza delle stagioni e come il fatto che certi giornalisti, come oggi, continueranno a mentire scrivendo il contrario». Il leader del Movimento Cinque Stelle, all’epoca dei fatti, interveniva per smentire alcune indiscrezioni di stampa; adesso, invece, rischia di smentire se stesso.

Il tweet di Luigi Di Maio scritto nel 2018

L’ironia in rete

«Questa estate farò due settimane di ferie: settimana zero, settimana 1 e settimana 2» scrive Fabio Jab MC Sacco; «Proprio ieri ho festeggiato il mio terzo anniversario. Ma, di comune accordo con la mia compagna, abbiamo deciso che gli anni sono solo due, considerando il primo come zeriversario», questo invece il messaggio di aKa +Rivolta.

«Praticamente il mandato zero è come se la dietologa mi dà da mangiare 110 gr di pasta e io faccio prima 150 gr di assaggi per vedere se è cotta» ha scritto Antonio Grassia.

«Se trovi la tua ragazza a letto con l’amante ma lei ti eccepisce che è la prima volta che ti tradisce, non te la devi prendere. Sono le corna 0, non valgono» è il tweet, invece, di Ciro Sannino.

«E anche le stagioni in effetti non si alternano più così bene» ha scritto Luca James su Facebook seguito dall’immancabile post dell’agenzia funebre “Taffo”.

Leggi anche: