Sergio Mattarella: «Serve collaborazione. Non c’è futuro fuori dall’Unione europea» – Il video

Nel suo discorso durante la Cerimonia del Ventaglio, il Presidente della Repubblica ha chiesto alla politica di mantenere un atteggiamento costruttivo e di rispettare la magistratura

Gli scontri e le tensioni in sede al Governo hanno fatto da sfondo al discorso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la Cerimonia del Ventaglio, il tradizionale omaggio da parte dell’Associazione stampa parlamentare alle più alte cariche dello Stato in vista della fine dei lavori parlamentari.

«Si è conclusa una lunghissima campagna elettorale e ha prodotto divergenze, contrapposizioni e forti tensioni fra le forze politiche e dentro la maggioranza – ha dichiarato Mattarella – Altri appuntamenti elettorali si prospettano. Va costantemente tenuto presente che le istituzioni della nostra Repubblica hanno bisogno di un clima di fattiva collaborazione, per decisioni sollecite e tempestive, per un buon andamento della vita nazionale».

Poi un avvertimento sulla necessità di onorare la divisione di poteri e di rispettare la magistratura, indebolita agli occhi del Paese dal recente scandalo sulle nomine che ha portato alle dimissioni del procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio.

Infine, un commento anche sul rapporto Italia-Unione europea – fuori dal quale «non c’è futuro fuori» – dopo che si sia conclusa, con la nomina di Ursula von der Leyen alla Presidenza della Commissione, la calda stagione elettorale.

Promossa l’azione del Governo per quanto riguarda la procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia annullata da Bruxelles: «È stata saggia la scelta di un confronto dialogante e costruttivo con Bruxelles, con l’impegno a tenere i conti in ordine che ha incontrato il favore dei mercati e fatto scendere lo spread […] Si è evitato uno scenario che avrebbe pesantemente ipotecato il futuro del paese».

Leggi anche: