Formigoni, il Senato sospende pensione e vitalizio dell’ex governatore della Lombardia

La decisione dopo la conferma della Cassazione della condanna definitiva

Il consiglio di presidenza di palazzo Madama ha interrotto il vitalizio e i trattamenti pensionistici a Roberto Formigoni, l’ex governatore della Lombardia condannato per corruzione. Una sentenza confermata anche dalla Cassazione.

La senatrice del Movimento 5 Stelle Laura Bottici ha comunicato che lo stop partirà ad agosto. A dare il via libera al provvedimento è la delibera del 2015 che prevede la sospensione delle erogazione di pensioni e vitalizi per i parlamentari condannati in via definitiva.

Formigoni è stato condannato a 5 anni e 10 mesi di carcere. Dopo i primi 5 mesi, però, il tribunale di Sorveglianza ha concesso i domiciliari: i magistrati hanno ritenuto che la collaborazione con il condannato non potesse dare ulteriori riscontri e che l’ex “Celeste” abbia ammesso «il disvalore» del suo comportamento. 

Leggi anche: