Borgo Ticino, assassino confessa su Facebook: «L’ho fatto per amore»

Alberto Pastore, 23 anni, la notte scorsa, a Borgo Ticino (Novara), ha ucciso a coltellate un coetaneo

Prima di essere fermato dai carabinieri ha confessato l’omicidio su Facebook. «Voglio scusarmi, ho fatto una cazz… per amore» ha scritto Alberto Pastore, 23 anni, il giovane che la notte scorsa, a Borgo Ticino (Novara), ha ucciso a coltellate un coetaneo. Il movente, secondo quanto è stato ricostruito dagli inquirenti, sarebbe passionale.

L’aggressione è avvenuta nella notte fra il 25 e il 26 agosto, attorno alle 2, fuori da un locale in zona Campagnola. Sul posto erano intervenuti i soccorritori del 118, ma per la vittima non c’è stato nulla da fare: ancora in vita all’arrivo dell’ambulanza il giovane è deceduto durante il tragitto verso l’ospedale.

Voglio scusarmi con tutti, ho fatto una cazzata per amore, ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico, non potevo…

Posted by Alberto Pastore on Sunday, August 25, 2019

Pastore, che era stato sottoposto a fermo dopo poche ore, aveva però trovato il tempo di raccontare le ragioni del suo gesto sulla sua bacheca Facebook: «Voglio scusarmi con tutti, ho fatto una cazzata per amore, ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico, non potevo continuare in questo modo, sono stato preso in giro… Nella mia vita ho commesso troppi errori e il mio errore più grande è questo… Mi mancherete tutti…».

Il post continua poi con un concedo a familiari e amici e un’accusa: «Papà ti voglio solo dire che sei stato un padre fantastico – scrive Pastore – anche a te mamma che ti sei sempre preoccupata ultimamente Erika mi sei stata di grande aiuto… Voglio ringraziare con il cuore Valentina Cometti che mi e stata vicina sempre da quando ci conosciamo da bambini, voglio ringraziare mia zia Patrizia, mio nonno… E le persone che mi volevano bene e che sicuramente molti non mi riconosceranno più come prima… È stata colpa di yoan Leonardi… Mi dispiace a tutti».

Leggi anche: