Guerra dei nervi: il Pd si prepara all’incontro tra capigruppo e il M5s fa sapere che «non è previsto»

di OPEN

La classica immagine della clessidra da cui scendono i granelli di sabbia fa da sfondo a questo continuo rincorrersi di notizie contrastanti

«Ipotesi incontro capigruppo Pd-M5S nel pomeriggio». La notizia urgente dell’Ansa fa presagire la svolta tanto attesa.

Il testo dice che «i capigruppo Pd Andrea Marcucci e Graziano Delrio, a quanto si apprende, saranno in tarda mattinata al Nazareno per un incontro con il segretario Nicola Zingaretti. Nel pomeriggio dovrebbe poi esserci un nuovo incontro tra i Dem e i capigruppo M5S Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli».

La notizia filtra evidentemente dalla sponda Pd. Ma sopravvive pochi minuti. Laconica ma perentoria la smentita arriva direttamente dal M5s: «Nessun incontro in programma oggi pomeriggio tra i capigruppo M5s e Pd».

La classica immagine della clessidra da cui scendono i granelli di sabbia fa da sfondo a questo continuo rincorrersi di notizie contrastanti. E, alla vigilia delle consultazioni annunciate giovedì con voce grave dal capo dello Stato, il Quirinale non ha ancora potuto diramare gli orari per le delegazioni.

Di sicuro però qualcuno è già stato allertato: perché senza accordo le consultazioni dureranno solo poche ore. Dopo di che Mattarella annuncerà di aver convocato al Colle colui, o colei, a cui affiderà la missione del governo elettorale.

Leggi anche: