Meloni all’attacco del Renzi “femminista”: «L’unico partito guidato da una donna è a destra»

L’ex premier in un’intervista l Quotidiano Nazionale aveva definito Italia Viva «il primo partito femminista», ma la leader di Fratelli d’Italia non ci sta

I due si sa non si stanno simpatici. Stavolta, però, il tema non è quello quotidiano delle “poltrone” o della gestione dei flussi migratori. La polemica fra Fratelli d’Italia e il neonato Italia Viva, fra la leader Giorgia Meloni e l’ex premier Matteo Renzi, naturalmente via social, è sul femminismo.

Era stato Renzi ad aprire le danze postando sui suoi canali sociali un’intervista rilasciato oggi a Marina Terragni per il Quotidiano Nazionale intitolata Renzi il femminista: la politica è donna.

L’ex segretario del Partito Democratico aveva commentato l’articolo scrivendo: «Una delle caratteristiche più forti di Italia Viva è di essere il primo partito femminista italiano. La politica deve essere di più un sostantivo femminile. Non è solo un problema di quote rosa, che pure vanno difese: è un problema di contenuto, di stile, di priorità. E coinvolge la maternità e la parità di salario, la lotta alla violenza e uno sguardo diverso sull’economia. Italia Viva segna con la diarchia uomo donna una rivoluzione nella politica italiana, spesso maschilista e retrograda».

Una delle caratteristiche più forti di Italia Viva è di essere il primo partito femminista italiano. La politica deve…

Posted by Matteo Renzi on Tuesday, September 24, 2019

Nell’intervista Renzi aveva confermato la nomina del ministro Teresa Bellanova alla carica di presidente di Italia Viva: «Il maschilismo politico italiano è molto resistente. Le donne vengono considerate con condiscendenza o solo per evitare troppe recriminazioni. Incredibile la misoginia che si riversa sulle politiche».

Proprio sulla bufera social che aveva investito la ministra nel giorno del giuramento del governo giallorosso, Renzi ha aggiunto: «Quello che si è detto di Teresa Bellanova: il vestito, la licenza media. Su un uomo che da bracciante arriva a diventare ministro si sarebbe scritta una fiction tv. Per lei il tema è stato l’abito».

Ma Giorgia Meloni non ci sta. E riprendendo il post del senatore di Scandicci va all’attacco: «Il primo partito femminista? Come no… Pensato da Renzi, fondato da Renzi e guidato da Renzi che sceglie e nomina le donne nel partito.Tutti “femministi” i partiti di sinistra, poi l’unico guidato da una donna è a destra e si chiama Fratelli d’Italia».

Il primo partito femminista? Come no… Pensato da Renzi, fondato da Renzi e guidato da Renzi che sceglie e nomina le…

Posted by Giorgia Meloni on Wednesday, September 25, 2019

Nell’immagine a corredo dell’articolo l’ex premier compare invece con la moglie Agnese Landini, che però nell’articolo non è citata.

Leggi anche: