Mattarella a Recanati cita Leopardi: «Il fine della società è il bene comune»

In compagnia del capo dello Stato c’è anche Dario Franceschini, ministro della Cultura

«Lo scopo, il fine della società è il bene comune e la società contiene un principio di unità, è una comunità di vita». Ha esordito con queste parole, citando lo Zibaldone di Giacomo Leopardi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che oggi, 26 settembre, si trovava a Recanati per l’inaugurazione del nuovo percorso all’interno della sede del Centro Nazionale Studi Leopardiani.

Inoltre, il capo dello Stato inaugurerà anche l’orto e l’ex convento di Santo Stefano sulla sommità del Colle dell’Infinito – celebre poesia di Giacomo Leopardi.

In compagnia del capo dello Stato c’era anche Dario Franceschini, ministro della Cultura. A dare il benvenuto al Presidente il sindaco Antonio Bravi e la contessa Olimpia Leopardi e una folla di bambini venuti a dare il benvenuto.

Leggi anche: