Caso Consip, Luca Lotti rinviato a giudizio. Prosciolto Scafarto

Esce dal processo il capitano del Noe che aveva gestito le indagini

Il gup di Roma Clementina Forleo ha rinviato a giudizio cinque persone nell’ambito dell’indagine sul caso Consip. A processo, tra gli altri, l’ex ministro Luca Lotti, per favoreggiamento, e l’ex comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette, per rivelazione del segreto di ufficio.

Rinviato a giudizio poi il generale Emanuele Saltalamacchia, per favoreggiamento, così come l’ex presidente di Publiacqua Firenze Filippo Vannoni e l’imprenditore Carlo Russo.

Prosciolto dalle accuse, a sorpresa, l’ex maggiore del Noe Giampaolo Scafarto che era titolare del fascicolo di indagine e, nel frattempo, è stato sospeso dal servizio.

Luca Lotti ha commentato su Facebook che si sente vittima di uno tsunami giudiziario: «Ero e resto convinto che i processi si fanno nelle aule dei Tribunali e non sui giornali. Dimostrerò in quelle sedi la mia innocenza».

La mattina del 23 dicembre 2016 ho letto la prima pagina del Fatto Quotidiano: il titolo d’apertura era “Indagato…

Posted by Luca Lotti on Thursday, October 3, 2019

Leggi anche: