Nobel per la Chimica 2019 a Goodenough, Whittingham e Yoshino per le batterie a litio

Si tratta degli inventori delle batterie agli ioni di litio, oggi comunemente utilizzate nei telefoni cellulari, personal computer e auto elettriche

Dopo i Nobel per la Medicina e la Fisica, sono stati annunciati i vincitori del Nobel per la Chimica 2019. Si tratta del tedesco John B. Goodenough, del britannico M. Stanley Whittingham e del giapponese Akira Yoshino.

Il Nobel per la Chimica 2019 è stato assegnato agli inventori delle batterie agli ioni di litio, oggi comunemente utilizzate nei telefoni cellulari, personal computer e auto elettriche. John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino hanno così aperto la strada a fonti di energia diverse dai combustibili fossili.

Chi sono

Goodenough, 97 anni, è nato in Germania, a Jena, nel 1922 e dal 1952 ha lavorato negli Stati Uniti, nell’Università di Chicago e poi in quella del Texas ad Austin.

Whittingham, 78 anni, è nato in Gran Bretagna e dopo aver lavorato nell’Università di Oxford si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha insegnato nell’Università di New York.

Yoshino, 71 anni, invece, è nato nel 1948 in Giappone, a Suita; ha lavorato nell’Università di Osaka e poi nella Meijo University di Nagoya.

Foto in copertina: The Nobel Prize | Twitter

Leggi anche: