La mannaia di Farage sull’accordo tra Regno Unito e Ue: «Questa non è la Brexit!»

Il leader del Brexit Party rigetta in toto l’accordo raggiunto: «Preferirei un’altra proroga e tornare a elezioni»

«Questa non è la Brexit. È un nuovo trattato europeo che ci lega all’Europa con altri futuri impegni. Tutto ciò dovrebbe essere respinto con forza». A dirlo è il leader del Brexit Party Nigel Farage, commentando l’intesa raggiunta tra Boris Johnson e Jean Claude Juncker per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.  

Il leader del Brexit Party, dopo aver riconosciuto a Boris Johnson di aver fatto dei passi in avanti rispetto alle trattative portate avanti da Theresa May, lo ha poi attaccato per aver ceduto su alcuni punti che Farage riteneva invece fondamentali.  

«Boris può dire tutto ciò che vuole – commenta Farage – ma non saremo mai davvero liberi se sottoscriveremo questo accordo». «Preferirei un’altra proroga e tornare a elezioni», rincara la dose il leader del Brexit Party. Tuttavia si dice convinto che l’accordo verrà bocciato dal Parlamento di Westminster sabato.

Secondo Farage, inoltre, una volta bocciata l’intesa, si passerà alla cosiddetta “hard Brexit”. L’approvazione dell’accordo al Parlamento inglese, prevista per il 19 ottobre, infatti, è tutt’altro che scontata.

Sullo stesso tema: