Camion con 39 migranti trovato in Inghilterra, le famiglie vietnamite cercano altre informazioni sulle identità delle vittime

Dopo il messaggio ricevuto dai genitori di una delle possibile vittime, altre famiglie vietnamite cercano di capire se tra i corpi ritrovati ci siano anche quelli dei loro cari

Appena 24 ore dopo la diffusione dell’informazione che i 39 migranti trovati nel container nell’Essex erano cinesi, le ultime parole di una delle possibili vittime ha rimescolato le carte in tavola. Una famiglia vietnamita ha ricevuto per messaggio l’ultimo saluto della propria figlia, partita dalla Cina per arrivare in Europa. E ora altre famiglie dal Vietnam cercano di capire se tra i corpi ci sia anche quello di un loro caro.

Il messaggio della giovane, una 26enne di nome Pham Thi Tra My, ha scosso il mondo, dopo esser stato letto alla Bbc da suo fratello: «Sono molto, molto dispiaciuta. Mamma e papà, il mio viaggio verso una terra straniera è fallito. Sto morendo, non riesco a respirare. Vi amo molto mamma e papà. Mi dispiace molto».

La polizia non è ancora certa delle identità dei corpi ritrovati. Pippa Mills, a capo delle forze dell’ordine dell’Essex, ha spiegato ai giornalisti di «aver dato qualche indicazione iniziale sulla nazionalità», ma che ulteriori informazioni verranno fornite solo quando il quadro si farà più certo.

Le possibili vittime

Una delle vittime, comunque, si pensa possa essere Pham, partita il 3 ottobre e di cui si erano perse le tracce proprio mercoledì 23, giorno del ritrovamento del camion. Stando allo screenshot del messaggio, l’ultimo accesso nell’account risaliva a quel giorno. La giovane aveva detto alla famiglia di non chiamarla, perché gli organizzatori del trasporto avevano proibito le chiamate.

La Bbc ha poi rivelato che i genitori di Pham avevano pagato ai trafficanti 30mila sterline per portarla nel Regno Unito. I reporter pensano che tra le vittime possa esserci anche il ventenne Nguyen Dinh Luong. Altre 3 famiglie hanno ricevuto informazioni riguardo al viaggio dei loro figli (uno di loro aveva 15 anni) e al fatto che sarebbero arrivati presto in Gran Bretagna.

Leggi anche: