Nuova lite tra Gruber e Meloni. La leader di FdI infuriata: «Nessuna ambiguità della destra sull’antisemitismo» – Il video

Il nuovo scontro tra la giornalista e la leader di FdI è stato incentrato sull’ambiguità della destra italiana sulla mozione Segre

Ancora scintille nello studio di Otto e mezzo fra la giornalista Lilli Gruber e la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Dopo lo scontro rispetto alla posizione di Meloni sull’Unione europea e la concessione di maggior deficit ai governi italiani «amici di Francia e Germania», questa volta l’alterco ha riguardato la mozione Segre, tema caldo della scorsa settimana. 

I toni hanno iniziato a surriscaldarsi nel momento in cui Gruber ha chiesto a Meloni se condividesse l’iniziativa del deputato Galeazzo Bignami e del consigliere Marco Lisei, che nei giorni scorsi avevano trasmesso un video in diretta Facebook mentre elencavano pubblicamente i nomi e i cognomi delle famiglie di origine straniera a cui era stata assegnata una casa popolare nel quartiere della Bolognina a Bologna. Meloni, tuttavia, non ha preso le distanze dai due, rispondendo che «I citofoni sono pubblici». 

Al che Gruber ha spiegato che durante la diretta «si è dato a intendere che gli alloggi fossero occupati abusivamente». Ma Meloni ha prontamente ribattuto: «No, “dando a intendere”, no. Non è quello che è stato detto. Il tema sono come funzionano le graduatorie per l’accesso alle case popolari che, in molte realtà, discriminano le famiglie di italiani».

Ambiguità della destra sull’antisemitismo?

Tuttavia i toni dello scontro hanno raggiunto un punto di non ritorno quando la discussione si è spostata sul tema degli insulti a Liliana Segre. Meloni ha detto di non conoscere «fortunatamente» le persone che rivolgono alla senatrice a vita tali insulti, affermando che il tema dell’antisemitismo sia «senza dubbio una questione reale». 

Gruber ha dunque chiesto se nella destra italiana non esista una certa ambiguità sul tema, ma Meloni ha tagliato corto: «No, non c’è ambiguità, c’è forse un’ambiguità nella sinistra italiana». La giornalista di Otto e mezzo, tuttavia, ha interrotto a più riprese la leader di Fratelli d’Italia, sottolineando più volte come Meloni, «essendo un’esponente della destra italiana, avrebbe dovuto dare risposte sulla destra italiana».

Ma Meloni, infuriata, ha ribattuto: «Lei mi deve far rispondere ogni tanto. Io non penso ci sia ambiguità da parte nostra, né da parte della destra italiana. Penso invece che ci sia una grande grande ambiguità della sinistra. E la ragione per la quale nella mozione della commissione Segre non è mai citata la parola “Israele” è perché altrimenti la sinistra non l’avrebbe votata». 

L’onorevole Meloni, per argomentare la propria tesi, ha poi iniziato a leggere alcuni tweet di Chef Rubio contro Israele, accusando la sinistra di voler dare allo chef (che da poco ha abbandonato Discovery Channel) un programma in Rai. «E voi chiedete a me sull’antisemitismo? Chiedete al Pd!», ha sbottato Meloni. 

La giornalista ha ribadito di avere il dovere di fare certe domande a Meloni, in quanto in studio fosse presente una esponente della destra italiana, ribattendo spazientita di «non aver avuto risposte» dalla leader di Fratelli d’Italia. Lo scontro acceso è poi proseguito sino al termine della trasmissione.

Leggi anche: