La risposta di Salvini allo tsunami social delle Sardine: ora tira in ballo i gattini

Il leader della Lega ribalta il flash mob che quattro anni fa invase le sue pagine social con centinaia di felini

Matteo Salvini cavalca la popolarità social del movimento delle Sardine, nato proprio il contrapposizione ai comizi del leader della Lega. E lo fa utilizzando l’elemento per antonomasia virale sui social network: i gattini. L’ex leader della Lega ha diffuso su Twitter l’immagine di cucciolo di gatto con il bocca una sardina con il commento: «Cosa c’è di più dolce e bello dei gattini? 😉 P.s. Ai vostri bambini felini piacciono sardine e pesciolini? Mettete la foto nei commenti! Miao! 😸».


https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1196877215729901568

La fotografia è corredata da un logo, che riprende i colori, giallo e blu, di quello della “Lega con Salvini”, che recita invece “Gattini con Salvini”. La comunicazione del segretario federale del Carroccio ribalta il flash mob “Gattini su Salvini” del 7 maggio 2015, organizzato da Progetto Kitten: in quel caso sui profili social di Salvini furono postate centinaia di gatti.

«Dopo i toni accesi su “tortura” e “fucilate” – avevano spiegato gli organizzatori – Salvini ha bisogno di essere puccettato! Scatenate pucciosi gattini sulla bacheca di Salvini in nome dell’amore! Chiunque vorrà partecipare potrà postare un ‘puccioso gattino’ sulla bacheca di Salvini donando parole d’amore come: Felicità! Gioia! Abbracci! Miaoooo!».

Lo stesso ex vicepremier proprio oggi aveva tesa la mano ai manifestanti delle Sardine Salvini si è detto «pronto a scendere in piazza con loro», curioso di sapere quale sia la proposta dei manifestanti: «Io vado a proporre, perché queste sono piazze “contro”, io, invece, vengo a Rimini “per”. Vado a Firenze “per”, sono stato a Modena “per”. Le piazze “contro” sono rispettabili e quindi sono curioso di sapere qual è la proposta».

Leggi anche: