Salvini controdenuncia Carola Rackete: «Viziatella e di sinistra. Vedremo se c’è un giudice che dirà chi ha sbagliato»

«La signorina ha come passatempo lo speronamento di militari», ha detto il segretario della Lega in diretta su Facebook

Dopo che Carola Rackete ha denunciato l’ex capo del Viminale, Matteo Salvini, per «istigazione a delinquere e diffamazione», l’ex ministro ha risposto con una querela.


In diretta sulla sua pagina Facebook il leader della Lega ha annunciato che presenterà una denuncia contro la capitana della Sea Watch: «Carola Rackete ce l’ha con me. Chi è sotto indagine: lei che ha speronato i militari italiani? No, Matteo Salvini, lei è la parte offesa».

https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/524321918164785/

«Ecco la denuncia che ha aperto la mia giornata – dice l’ex ministro – La parte offesa di uno sbarco di immigrati irregolari, di uno speronamento di una motovedetta, non sono gli italiani e i militari ma è Carola Rackete… mi mancava l’istigazione e delinquere».

«Mi mancava – prosegue – l’istigazione a delinquere. Con tutti i problemi che hanno i tribunali, arriva una signorina tedesca viziatella e di sinistra che ha come passatempo notturno anche lo speronamento di militari che per me è reato. Noi che facciamo? Contro denunciamo e vedremo se c’è un giudice in Italia che dice chi ha sbagliato».

Salvini prosegue dicendo di non aver «mai attentato alla vita di nessuno e non ho mai denunciato ministri degli Interni di altri Paesi. Chissà se lo avesse fatto in Germania che trattamento avrebbe ricevuto, se la signorina avesse speronato un’auto con a bordo cinque poliziotti tedeschi in Germania più che un’eroina sarebbe diventata un ospite nelle patrie galere».

«Per addolcire la giornata, una fetta di pane e Nutella con una richiesta alla Ferrero: comprate ingredienti italiani, dallo zucchero alle nocciole, per aiutare i nostri agricoltori», ha concluso Salvini, dopo aver in mattinata detto addio alla Nutella perché prodotta con nocciole turche.

Leggi anche: