Sardine, prove tecniche di alleanze elettorali? Da Siena l’apertura: «Daremo aiuto contro i metodi di Lega e Fratelli d’Italia»

Le priorità per il Paese? «Lavoro, condizione delle donne, condizioni degli sfruttati, di chi è sottopagato e di chi a causa di un terremoto è rimasto senza casa»

«Sicuramente daremo aiuto a tutto ciò che si contrapporrà alla metodologia leghista e di Fratelli d’Italia», queste le parole di Mattia Ciappi, studente di 20 anni di Giurisprudenza, che è anche uno degli organizzatori delle sardine a Siena, in vista delle elezioni regionali in Toscana.

Proprio in questi minuti, infatti, è in corso, così come in altre sei piazze italiane, una manifestazione delle sardine a Siena.

Sardine a Siena | Facebook

Cosa ha detto Mattia Ciappi

«Non siamo un partito, però daremo una mano a tutti quelli che si schiereranno contro una politica populista che parla alla pancia della gente ma non è in grado di risolvere i problemi» ha spiegato Ciappi. Parlando poi del movimento, ha spiegato che «la vera sfida è oltre la piazza». «Abbiamo il dovere di dare dei contenuti e di dare attenzione agli ultimi perché quello che sta facendo il centro destra è un uso smodato di retorica che promuove una guerra tra classi sociali».

Le priorità per il Paese? «Lavoro, condizione delle donne, condizioni degli sfruttati, di chi è sottopagato e di chi a causa di un terremoto è rimasto senza casa».

Sardine a Siena | Facebook

Le sardine il 14 dicembre a Roma

L’occasione giusta per fare il punto della situazione sarà il 14 dicembre a Roma quando si riuniranno le sardine di tutta Italia. Tra poco più di una settimana, dunque, si conoscerà il futuro del movimento nato a Bologna.

Foto in copertina da Facebook

Leggi anche: