Von der Leyen: «Il Green New Deal è il nostro uomo sulla Luna»

La «nuova strategia di crescita» farà dell’Ue la «capofila mondiale nell’economia pulita»

Il Green Deal è per l’Europa «il momento “uomo sulla Luna”». A dirlo è la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, che ha annunciato il primo atto formale del collegio dei commissari. L’annuncio dell’approvazione del piano verde era stato dato durante l’inaugurazione della COP25 di Madrid, lo scorso 2 dicembre.


«Il nostro obiettivo è riconciliare l’economia con il nostro pianeta», ha detto von der Leyen parlando della «nuova strategia di crescita» europea che vuole rendere l’Ue «capofila nell’economia pulita».

«Bisogna tagliare le emissioni, ma anche creare occupazione e rafforzare l’innovazione», ha detto ancora la presidente. «Dobbiamo essere sicuri che nessuno resti indietro, perché o questa strategia funziona per tutti, o per nessuno».

Perciò con il «Meccanismo per una transizione equa», l’Ue ha «l’ambizione di mobilitare 100 miliardi per le regioni e i settori più vulnerabili».

Von der Leyen ha poi fatto riferimento alle mobilitazioni per il clima che hanno riempito le strade durante il 2019: «Sono i popoli europei che ci hanno chiamato ad un’azione decisiva sul cambiamento climatico, sono scesi in strada e oggi siamo qui per loro, a dirgli che abbiamo ascoltato in modo chiaro e forte ed ecco la risposta».

«Uno dei pilastri è la proposta della prima legge europea sul clima che fissa regole chiare cosicché innovatori e investitori possano programmare gli investimenti a lungo termine. Questo rende la transizione più prevedibile e affidabile», ha detto la presidente.

«L’Ue sarà un modello alla Cop 21 di Glasgow» , ha continuato. «Se le aziende rispettano l’ambiente e investono in tecnologie verdi non è possibile che siano svantaggiate dalla concorrenza sleale rispetto a quelle che inquinano, e lì applicheremo un meccanismo di adattamento delle emissioni in piena conformità con il Wto».

Leggi anche