Aereo ucraino precipitato a Teheran, spuntano le immagini dell’incidente delle telecamere a circuito chiuso – I video

L’autorità iraniana per l’investigazione ha fatto sapere che le scatole nere del velivolo sono state danneggiate nell’incidente ma le parti di memoria sono in buone condizioni e dunque aiuteranno a far luce su quanto accaduto

Telecamere di sicurezza a circuito chiuso hanno catturato alcuni secondi dell’incidente aereo del Boeing 737-800 avvenuto a Teheran la notte dell’8 gennaio, incidente in cui sono morte 176 persone. I passeggeri erano per lo più iraniani, ma c’erano anche ucraini, canadesi, svedesi, afghani, tedeschi e britannici.


Lo schianto è avvenuto poche ore dopo l’attacco da parte dell’Iran alle basi statunitensi in Iraq. Le immagini mostrano il momento dello schianto – le cui cause sono ancora da accertare – e un’esplosione che ha provocato il disperdersi di molti detriti.

Gestito dall’Ucraina International Airlines (UIA), il Boeing 737-80 – partito dall’aeroporto di Teheran alle 6.12, ora locale – si è schiantato a terra pochi minuti dopo il decollo. Le autorità locali e internazionali stanno ancora cercando di accertare le cause. Gli Usa – e altri Paesi come Canada e Gran Bretagna – credono che l’aereo precipitato dopo il decollo da Teheran sia stato abbattuto da un missile iraniano.

Lo ha ribadito anche questo pomeriggio il segretario di Stato, Mike Pompeo. «Crediamo sia probabile che l’aereo sia stato abbattuto da un missile iraniano. Lasceremo le indagini finiscano prima di prendere una decisione finale», ha aggiunto, chiedendo all’Iran una inchiesta «credibile».

Intanto, l’autorità iraniana per l’investigazione sull’incidente aereo ha fatto sapere che le scatole nere del velivolo, tra cui il registrato dei dati di volo e delle comunicazioni in cabina, sono state danneggiate nell’incidente ma le parti di memoria sono in buone condizioni e dunque aiuteranno a far luce su quanto accaduto nell’ambito delle indagini intraprese.

Fonte immagini: Raavionline

Leggi anche: