Brexit, l’accordo di uscita dall’Ue è legge: c’è la firma della regina Elisabetta

Ora però la palla passa al Parlamento europeo che dovrà votare e approvare l’accordo la settimana prossima. Ma in questa fase non dovrebbero esserci sorprese: la Gran Bretagna sarà fuori dall’Ue il 31 gennaio

Dopo mesi di rinvii e battaglie di ultimatum incrociati, la Brexit ci sarà. L’accordo raggiunto tra Boris Johnson e Bruxelles sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea è legge. Lo ha sancito la Regina, apponendo la sua firma (Royal Assent) sotto il testo dello European Union Withdrawal Agreement Act.


Ieri, 22 gennaio, l’accordo aveva concluso l’iter di ratifica parlamentare. Confermata dunque la data della Brexit: il 31 gennaio il Regno Unito non sarà più un Paese Ue, a tre anni e 7 mesi dal referendum sull’uscita del Regno Unito dall’Ue del 2016.

Ora però la palla passa al Parlamento europeo che dovrà votare e approvare l’accordo la settimana prossima. Dopodiché si aprirà un periodo di transizione che durerà fino a fine dicembre 2020 (sempre che non ci siano ulteriori estensioni) in cui i due blocchi dovranno negoziare un accordo commerciale.

Leggi anche: