Coronavirus a Hong Kong, incendiato il centro destinato alla quarantena dei pazienti infetti – Il video

A innescare la protesta i residenti del quartiere, preoccupati che la vicinanza della struttura prescelta per il trattamento dei pazienti colpiti dal virus

Alcuni manifestanti hanno lanciato molotov contro un complesso residenziale di Fanling a Hong Kong, che era stato destinato a diventare una zona di quarantena temporanea per i pazienti contagiati dal coronavirus. A innescare la protesta i residenti del quartiere, preoccupati che la vicinanza della struttura prescelta dal governo di Hong Kong per il trattamento dei pazienti colpiti dal virus potesse causare anche i loro contagio. 

Nei giorni scorsi il governo ha dichiarato il virus come una “emergenza” pubblica, annunciando una serie di misure per contrastare l’espansione dell’epidemia. Tra le misure proposte c’era proprio l’utilizzo dell’edificio nella zona di Fanling. Una decisione, quella del governo, che ha scatenato la protesta e l’incendio nell’edificio. Sino ad ora, ad Hong Kong sono stati accertati sei casi di contagio da coronavirus.

Leggi anche: